Si è verificato un errore nel gadget

sabato, aprile 07, 2007

Buona Pasqua!




Data l'epoca, il mio blog non poteva che cominciare con qualche curiosità sulla Pasqua.
Io direi che le immagini legate alla Pasqua sono più o meno le stesse in Italia e in Brasile:

- l'uovo, che è in realtà una tradizione antichissima. Risale ai Persiani, che, con l'inizio della primavera (già, l'emisfero nord funziona tutto al contrario!!hehehe) avevano l'abitudine di mangiare e regalare uova di gallina. L'uovo, in un certo senso, rappresenterebbe la vita nuova che (sempre nell'emisfero settentrionale) sboccia verso marzo/aprile. In seguito, l'uovo ha acquisito un significato anche religioso.

- il coniglietto di Pasqua è anche questo un'immagine legata alla primavera. In realtà fa parte della tradizione dei popoli germanici che, considerando il coniglio come uno degli animali più fertili, lo celebravano all'inizio della primavera. Fin dal XV secolo in Germania si fanno dolci e biscotti dalla forma di coniglietto. Poi la tradizione è stata esportata negli USA dagli immigrati tedeschi e olandesi, e da lì ha fatto più successo in tutto il mondo.

Una cosa che invece sta cominciando a fare successo in Brasile soltanto adesso è la colomba. In Italia è ormai tradizione mangiare "la colomba" (un dolce che assomiglia al panettone nel gusto, ma ha la forma di colomba) durante il pranzo di Pasqua. Questo dolce sembra avere origini lombarde e fu preparato per la prima volta da un pasticcere di Pavia nel 750 d.C. Se volete sapere la ricetta, cliccate qui.

Un altro piatto che si consuma a Pasqua è l’agnello, sia dolce che salato. Da brava vegetariana, io ho mangiato solo quello dolce... Credevo che questo dolce fosse una tradizione tipica tedesca, ma sembra invece ampiamente diffusa in Sicilia. Comunque, il simbolo dell’agnello risale a Mosé e la liberazione degli ebrei dall’Egitto.

Adesso basta parlare di dolci! Parliamo invece di tradizioni non-culinarie. Nella mia famiglia, che non è particolarmente religiosa, non abbiamo mai preso parte a queste tradizioni cattoliche, molto famose in Toscana e Sicilia (per saperne di più, clicca qui). La tradizione che mi piaceva di più era quella delle uova di Pasqua. Invece di aprirle, la famiglia si metteva più o meno in cerchio e si tirava le uova di cioccolato incartate. Alla fine c'era sempre qualcuno che le lasciava cadere per terra e si rompevano. Solo allora venivano aperte.

Ah! Un'altra differenza tra l'Italia e il Brasile sono i giorni di festa!! In Brasile si fa festa da venerdì a domenica, mentre gli italiani fanno festa anche il lunedì dopo Pasqua (Pasquetta o Lunedì dell'angelo). Perché? Sembra che in questo giorno si ricordi l'incontro dell'angelo con le donne accorse al sepolcro di Cristo. E' una festa che lo stato italiano ha instaurato dopo la II Guerra Mondiale per rendere più piacevole il giorno di Pasqua...insomma, è proprio triste celebrare la Pasqua pensando che il giorno dopo bisogna alzarsi presto per andare a lavorare, no? :(

Nessun commento: